,

AltaRoma, l'incontro tra antichi saperi e talenti emergenti

Dopo Firenze e Milano, ora è il turno di Roma. Da oggi fino a domenica, la capitale della Dolce Vita sarà invasa da sfilate, mostre ed eventi organizzati per AltaRoma. Non solo moda, quindi, ma un vero e proprio viaggio attraverso l’arte, la creatività e la formazione a 360 gradi, all’interno dei diversi settori dell’eccellenza Made in Italy.

La manifestazione avrà come protagonisti sia gli stilisti già affermati nel mondo della moda sia quelli emergenti: antichi saperi e nuovi talenti si incontreranno, intersecheranno e potenzieranno le proprie esperienze, vivificando così lo spirito e il valore di una produzione artigianale e artistica che rappresenta una forza propulsiva per l’economia del paese. L’edizione 2017 si svolgerà in un nuovo headquarter: il Guido Reni District, un’area unica nel suo genere all’interno delle ex caserme Guido Reni.

Il programma è configurato in tre sezioni: Fashion Hub, dedicata a scouting, formazione e promozione della creatività emergente; Atelier, contenitore di sfilate e presentazioni di maison di couture, neo-couture, piccoli atelier e sartorie; e In Town, destinata a iniziative e attività connesse alla moda che, durante AltaRoma, colgono l’occasione per promuoversi e instaurare contatti utili al proprio business in città.

Nella sezione Fashion Hub sfilano Renato Balestra, Gattinoni, Nino Lettieri, Giada Curti, Rani Zakhem, Camillo Bona, Arnoldo Battois, Sabrina Persechino. In più, con una video installazione, il fotografo e artista americano Jeff Bark racconta 4 protagonisti della couture internazionale in The Secrets Of Couture.

In Town racchiude le performance di Chiara Boni per l’inaugurazione della boutique di via del Babuino.

In FASHION HUB, invece, sono  presentate le collezioni Autunno/Inverno 17/18 di Greta Boldini, Brognano, Edithmarcel, Marianna Cimini, Melampo, Miahatami, Morfosis, Parden’s, Portugal Fashion. Inoltre comprende la mostra accessori di Who is on next?, l’ Accademia di Belle Arti di Roma, l’Accademia Koefia, l’Accademia Costume & Moda e lo IED. Entrando nel dettaglio di ‘Who Is On Next?’, si tratta di un progetto di scouting ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia, che ha come obiettivo la ricerca e la promozione di giovani talenti creativi del panorama nazionale ed internazionale. Loro avranno l’opportunità di portare il proprio lavoro all’attenzione di stampa, buyer e addetti ai lavori all’interno di un suggestivo allestimento progettato da una studentessa del Master in Exhibit Public Design, del dipartimento di Pianificazione Design Tecnologia dell’Architettura della “Sapienza” Università di Roma.

La giornata di oggi è stata aperta da Greta Boldini, finalista del concorso Who Is On Next? del 2013. Con la sua collezione ha designato una donna-falena che indossa gonne plissettate e abiti che sfiorano dolcemente le caviglie. Molti capispalla, dalla silhouette e dalla costruzione tipicamente degli anni Quaranta, sembrano essere stati rubati al guardaroba maschile. I tessuti sono preziosi: viscosa-seta, tulle ricamati, crepe de chine di seta pura, pizzo, chiffon, organze jacquard, fil coupé. Tra i capi più preziosi, anche pellicce di visone, volpe, mongolia, unite al mohair di pelliccia o alle spugne misto lana-cotone. Greta ha puntato su una palette cromatica calda e drammatica, grazie alla presenza di antracite, tangerine, Chianti, muschio, fard, glicine, petrolio, grigio e rosa.




Arriva dalle Marche la camiceria su misura per l'uomo esigente

lunedì, 13 Luglio 2020




Baccarat ha presentato a Miami "Crystal Clear" di Virgil Abloh

,
venerdì, 6 Dicembre 2019




Lo chef Stella Michelin Tano Simonato riapre a Milano

,
lunedì, 15 Giugno 2020




Max Papeschi a Roma con l'evento multimediale HIC SUNT LEONES

,
mercoledì, 15 Luglio 2020




Il Mercato del Luxury Retailer per Avel Lenttan

,
mercoledì, 10 Giugno 2020










Excelsior Palace Hotel a Rapallo, l'estate nel Golfo del Tigullio

,
giovedì, 16 Luglio 2020