,

Baglietto svela i suoi nuovi gioielli del mare

Andiamo è il nuovo 48m in acciaio e alluminio con scafo dislocante, MV19 Ridoc è il primo esemplare della linea: Baglietto presenta due anteprime mondiali al Cannes Yachting Festival. Lo storico cantiere spezzino del Gruppo Gavio ha partecipato anche al Salone Nautico di Genova, riproponendo il Ridoc che segna il ritorno di Baglietto tra i grandi protagonisti. Andiamo è tornato in Costa Azzurra anche al Monaco Yacht Show, alla fine di settembre.

Il cantiere spezzino è in fermento. Dopo la consegna del prototipo della linea MV19, e del nuovo 48m della linea dislocante, entrambi varati nel mese di giungo 2017, sono quattro ad oggi le imbarcazioni in fase di costruzione all’interno del cantiere: un un nuovo 55m T-Line dislocante in acciaio e alluminio, una unità della linea Fast da 43m, il secondo 48m T-Line della linea dislocante, gemello del precedente e infine un nuovo progetto di   54m completamente in alluminio.

Il MY Andiamo di 48m ai saloni di Cannes e Monaco

Scafo bianco e linee morbide e filanti, ecco i segni distintivi del primo scafo di 48m della linea T-Line di Baglietto che porta la firma di Francesco Paszkowski Design che ne ha curato anche gli interni, in collaborazione con l’architetto Margherita Casprini. Di Baglietto, invece, gli studi di carena e l’ingegneria navale.

Grandi volumi e vivibilità, sia degli interni che degli esterni rappresentano la caratteristica principale anche di questo progetto che può contare su ben 340 metri quadrati di area abitabile. Il layout a 6 cabine, espressamente richiesto dall’armatore, rende l’imbarcazione perfetta per lunghe crociere in famiglia o con amici.

Ridoc, il primo esemplare di MV19 al Cannes Yaching Festival

Il progetto, di 19,50m, tutto in alluminio, rappresenta la naturale evoluzione dell’MV13 e porta la anche in questo caso la firma di Francesco Paszkowski Design. La linea MV di Baglietto, 13m e 19m, si ispira ai Mas della prima e della seconda Guerra Mondiale, reinterpretandoli in chiave moderna. Gli stilemi militari sono abbinati ad elementi architettonici mutuati dal mondo degli open. Il risultato sono linee veloci, esaltate dal colore, grigio scuro metallizzato, che conferisce forza e aggressività.

Il layout di Ridoc presenta sottocoperta la cabina amatoriale a prua e due cabine ospiti a centro barca, separate dalla dimette con galley. Sempre su questo ponto l’armatore ha voluto una ulteriore cabina per il comandante con accesso diretto dalla coperta. Il ponte coperta offre, alla alla zona comando con schermo a 24’, comode sedute e un’area prendisole all’estrema prua e a poppa.

www.baglietto.com

Baglietto










Stefano Marazzato e il suo Ristorante Don Lisander nel cuore di Milano

venerdì, 11 Febbraio 2022




La coppia Fedez + J-AX colpisce al cuore di Milano con "Love-Mi"

martedì, 28 Giugno 2022




Dallara, il nuovo trust per stringere famiglia e territorio

,
giovedì, 20 Gennaio 2022




La Dott.ssa Alessandra Pessotto è l'esperta della pelle per Recare

venerdì, 11 Febbraio 2022







Il Direttore Andrea Colombini, ci parla di Lucca International Festival

,
martedì, 1 Giugno 2021