MFM INTERVISTE / FRANCESCO COSTANZO

Abbiamo intervistato per voi Francesco Costanzo, chef di uno dei ristoranti milanesi più amati del momento:PastamadreUn luogo caldo ed accogliente situato in Via Corio, zona Porta Romana, dove poter assaggiare piatti eccellenti che coniugano creatività e amore per la terra, apprezzato moltissimo sia dai foodies quanto dagli esperti del settore. Valerio Visintin lo ha infatti premiato come “migliore esordiente” su Vivimilano nel 2011. Ecco la chiaccherata con Francesco.

Come è nata la tua passione per la cucina e quando hai deciso di farne un mestiere?

Essendo cresciuto in un ambiente famigliare allargato dove la preparazione del cibo è sempre stata un evento saliente, fondamentale, la cucina fa parte del mio codice genetico. Durante le mie prime esperienze nella ristorazione, in Danimarca, compivo i gesti del mestiere senza averli mai provati prima, come se facessero parte del mio DNA. Come se non bastasse anche mio padre era un cuoco perciò, per rispondere alla seconda parte della domanda, quando si è trattato di farne un mestiere il passaggio è stato assolutamente naturale. All’epoca lavoravo come fotogiornalista in Jugoslavia e in Kosovo, quando è nata la mia prima figlia e ho deciso di tornare alla mia prima passione.

Quali sono i tre ingredienti a cui proprio non puoi rinunciare?

Non potrei vivere senza olio extravergine d’oliva, pomodoro e basilico. Sono i tre elementi che mi ispirano di più, la base su cui costruire tutto il resto, le materie prime che evocano in me ricordi arcadici della mia terra ed infanzia.

Cosa sono per te il lusso e l’eccellenza in ambito enogastronomico?

Per me il lusso è la possibilità di consumare prodotti eccellenti, lavorati con abilità e creatività. Magari accompagnando il tutto con un’ottima bottiglia come ad esempio il mio champagne preferito in assoluto: quello diAndrè Beaufort.
C’è una regione italiana a cui sei particolarmente legato e perchè?

Premetto che nessuna regione italiana prevale sull’altra e tutte sono importantissime in quanto a tradizione gastronomica. La mia regione è la Sicilia, culla della mia formazione e teatro di una storia culinaria molto vasta dove si incontrano cucina mediterranea e arabo/fenicia. Una terra che regala le verdure e i legumi a cui sono maggiormente legato.










Stefano Marazzato e il suo Ristorante Don Lisander nel cuore di Milano

venerdì, 11 Febbraio 2022




La coppia Fedez + J-AX colpisce al cuore di Milano con "Love-Mi"

martedì, 28 Giugno 2022




Dallara, il nuovo trust per stringere famiglia e territorio

,
giovedì, 20 Gennaio 2022




La Dott.ssa Alessandra Pessotto è l'esperta della pelle per Recare

venerdì, 11 Febbraio 2022







Laura Fontanot, tra le donne più influenti secondo Forbes

,
venerdì, 15 Luglio 2022