Donnafugata, il vino nasce tra Pantelleria e Marsala

Sono ben 338 gli ettari di vigneto tra Contessa Entellina e Pantelleria, nel cuore della Sicilia Occidentale. La storia di Donnafugata inizia nel 1983 nelle storiche cantine della famiglia Rallo a Marsala e nelle vigne di Contessa Entellina. Il nome dell’azienda affonda le radici tra storia e letteratura: il riferimento è alla Regina Carolina, moglie di Ferdinando IV di Borbone che all’inizio dell’Ottocento fuggì da Napoli per non finire prigioniera di Napoleone e si rifugiò proprio in questa parte di Sicilia. Il nome Donnafugata fu utilizzato da Giuseppe Tomasi di Lampedusa nel suo Gattopardo. Nei vigneti aziendali si trovano sia vitigni autoctoni come Ansonica, Catarratto, Grecanico, Grillo, Fiano e Nero d’Avola, che internazionali come Chardonnay, Viognier, Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah. La scelta di coltivare 17 varietà differenti è mirata a valorizzare le peculiarità di ogni singola contrada. Fattori come suolo, altitudine ed esposizione diventano determinanti per produrre vini complessi e ricchi di personalità.

Da Contessa Entellina fino a Pantelleria. Nell’isola dall’aspetto vulcanico si coltiva la vite ad alberello. Il lavoro dei contadini qui diventa l’emblema di uno degli ultimi esempi di viticoltura eroica del Mediterraneo. A Pantelleria l’impiego di manodopera è 3 volte superiore a quello richiesto tra i vigneti aziendali di Contessa Entellina. Uno sforzo assolutamente necessario per dar vita alla specialità del luogo: il Ben Ryé, passito di Pantelleria.

Donnafugata è anche una meta per il turista del vino. Le cantine storiche di Marsala o le tenute di Pantelleria, oppure quelle di Contessa Entellina diventano la meta di visite guidate, degustazioni professionali, ricercati abbinamenti a piatti della cucina siciliana, in una cornice suggestiva e rilassante. Un evento su tutti, che si ripete ogni anno: la tenuta di Contessa Entellina ospita Calici di Stelle, ogni 10 agosto, per una vendemmia notturna assolutamente caratteristica. Donnafugata è una destinazione prediletta per gli enoturisti di tutto il mondo: l’anno scorso ne ha ospitati oltre 11mila, provenienti da oltre 30 paesi diversi. Un viaggio sulla strada del vino capace di unire arte e buona cucina, alla scoperta delle bellezze straordinarie del paesaggio che solo l’Italia è in grado di offrire.

www.donnafugata.it

 










Drumhor consolida l’amicizia con lo Chef Davide Oldani

,
venerdì, 16 Dicembre 2022




La coppia Fedez + J-AX colpisce al cuore di Milano con "Love-Mi"

martedì, 28 Giugno 2022




Dallara, il nuovo trust per stringere famiglia e territorio

,
giovedì, 20 Gennaio 2022




La Dott.ssa Alessandra Pessotto è l'esperta della pelle per Recare

venerdì, 11 Febbraio 2022







Laura Fontanot, tra le donne più influenti secondo Forbes

,
venerdì, 15 Luglio 2022