Four Seasons Hotel at The Surf Club, a Miami il club piu' esclusivo

A Surfside, la zona più a nord di Miami, ha da poco aperto il Four Seasons Hotel at The Surf Club, nuova icona del gruppo Four Seasons Hotel and Resorts.

Le origini risalgono al 1930, quando Harvey Firestone, magnate di pneumatici, realizzò il suo sogno di aprire  “The Surf Club” vero e proprio luogo d’elite vista mare in cui transitarono grandi personaggi del jet set dell’epoca, tra cui Noel Coward, Douglas Fairbanks Jnr. ed Elizabeth Taylor, il duca e la duchessa di Windsor, Frank Sinatra, Tennessee Williams, Joan Crawford e Liberace. Un social club sofisticato in cui garantire la privacy degli ospiti negli anni del proibizionismo, un rifugio di classe protetto dal mondo esterno.

Oggi il Four Seasons Hotel at The Surf Club apre al pubblico con 77 camere e suite, residenze private, il ristorante Le Sireneuse e lo Champagne Bar, 3 piscine, spiaggia privata, Spa e centro wellness. Con la precisa mission di mantenere vivo lo spirito del club fondato quasi 100 anni fa da Firestone, l’albergo punta all’eccellenza massima in termini di servizi e qualità, grazia anche a una rosa di professionisti e collaboratori che potranno dare il massimo per il successo della struttura.

A partire dall’architetto Richard Meier, vincitore del premio Pritzker per l’architettura, che ha disegnato i tre edifici che affiancano e incorniciano la clubhouse originale. Così per gli interni l’incarico è stato dato a Joseph Dirand, che ha disegnato l’interior design delle aree comuni, delle suite dell’hotel e delle cabanas. Fiore all’occhiello del suo progetto le 5 Cabanas Studio, capaci di rievocare il glorioso passato dell’hotel grazie al sapiente uso di materiali, arredi e dettagli.

In cucina l’eccellenza sarà quella del tricolore. Aprirà infatti a breve Le Sireneuse, gemello del ristorante del resort di Positano, capitanato dallo chef calabrese Antonio Mermolia e dal general manager Luciano Sportiello, originario di Putignano. I colori saranno quelli del lungomare, che Joseph Dirand ha sapientemente combinato alle sfumature di magnolia, verde e mogano, mentre il menu unirà ai piatti icona del ristorante di Positano, nuove proposte create ad hoc per la nuova struttura di Miami.

Il bianco e il blu, insieme alla luce che inonda gli spazi, trasformano la SPA in un luogo di puro benessere, con trattamenti all’avanguardia che si fondono con antiche tradizioni. Il bagno turco, la sauna, le docce e l’hammam sono le aree comuni, oltre alle 8 sale trattamenti e le 2 Spa Cabana Suite.

Oltre alla spiaggia, gli ospiti del Four Seasons Hotel at The Surf Club possono godere del sole anche nelle piscine, mentre per i più piccoli è disponibile il Kids for All Seasons, gestito da uno staff esperto.




Dalle sfilate di Milano i migliori look Street Style 2022

,
mercoledì, 13 Ottobre 2021




Driade inaugura la nuova capsule collection: Black is the new Green

lunedì, 22 Febbraio 2021










Il Mercato del Luxury Retailer per Avel Lenttan

,
mercoledì, 10 Giugno 2020







Scappare a NY evitando la quarantena si può, con American Airlines

venerdì, 2 Aprile 2021




L'unicità del Four Seasons di Firenze non ha paragoni al mondo

venerdì, 2 Aprile 2021




Il Direttore Andrea Colombini, ci parla di Lucca International Festival

,
martedì, 1 Giugno 2021