La nuova Alfa Romeo Giulia vince tutte le sfide

Best Car 2017

La sfida è lanciata e vinta: “Best car 2017” miglior vettura di importazione di classe media, elezione meritata dai lettori di Auto Motor Und Sport, famosa rivista specializzata tedesca. E proprio far concorrenza alle tedesche è stata la mission della nuovissima Alfa Romeo Giulia, che è arrivata  nelle concessionarie  a fine maggio 2017. I lettori chiamati a votare come ogni anno le auto preferite nelle diverse categorie, non hanno avuto dubbi per le auto d’importazione. La Giulia è la migliore di classe media, con il 25,4 per cento delle preferenze. Secondo posto per la Giulietta nella categorie delle compatte e terza piazza per la Mito. I lettori hanno anche votato la Abarth 595 come migliore vettura del segmento mini-car. Scopriamo, quindi, le caratteristiche dell’Alfa Giulia appena nata, o quasi, ma già apprezzatissima.

Le varianti di motorizzazione

Cinque allestimenti, Giulia, Super, Quadrifoglio, Business e Business Sport, la nuova berlina premium del Biscione ha ben sei varianti di motorizzazione. Si parte da un diesel 2.2 da 150 cavalli e da 180 cavalli, con cambio manuale a 6 marce, oppure automatico a 8 marce e 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 cavalli, abbinato al cambio manuale a 6 marce, per quello automatico a 8 rapporti occorre aspettare fino a giugno. La versione di lancio è la First Edition, una Super con un vantaggio economico per il cliente che desidera essere tra i primi a mettersi la Giulia in garage.

Gli allestimenti

Gli allestimenti di serie sono all’avanguardia. I nomi anglofoni sono altisonanti ma anche una garanzia di sicurezza. Il Forward Collision Warning (FCW) con Automomous Emergency Brake (AEB) e riconoscimento padrone, il sistema frenante IBS (Integrated Brake System), il Lane Departure Warning (LDW) e il cruise control completano la prima carrellata tecnologica. D’accordo gli aspetti hi-tech, ma la linea deve essere convincente. E lo è. Strizza l’occhio ai papà sportivi, quelli che non vorrebbero mai rinunciare alla propria Alfa, per un giro con tutta la famiglia di domenica. Perfetta anche per il manager che vuole sentire l’italianità al semaforo, ovviamente nella versione Business. La Business Sport è per chi nonostante la giacca e la cravatta non può rinunciare al tocco deciso sull’acceleratore.

Design Made in Italy

A proposito di italiano, il design è completamente Made in Italy. Senso delle proporzioni, semplicità e cura per la qualità delle superfici, con il risultato di forme sportive ma sempre eleganti. Gli sbalzi sono molto ridotti, il lungo cofano e gli interminabili parafanghi anteriori si combinano con l’abitacolo arretrato, poggiato sull’asse di trazione, che quasi contrasta i parafanghi posteriori più muscolosi. A volte le forme più belle sono anche le più semplici. L’Alfa Romeo Giulia ha un’identità forte che mette in risalto l’eleganza delle curve, con gusto. In otto mesi dal lancio ha già vinto anche la sfida delle vendite, facendo meglio di Mercedes, Bmw e Audi, comparata con i modelli concorrenti. Nel 2016 sono state consegnate 4mila e 721 Giulia. Un ottimo inizio.

www.alfaromeo.it

 







Baccarat ha presentato a Miami "Crystal Clear" di Virgil Abloh

,
venerdì, 6 Dicembre 2019




Lo chef Stella Michelin Tano Simonato riapre a Milano

,
lunedì, 8 Giugno 2020







Il Mercato del Luxury Retailer per Avel Lenttan

,
giovedì, 18 Giugno 2020







BAGLIETTO presenta ABACO, il 40M firmato SANTA MARIA MAGNOLFI

lunedì, 4 Novembre 2019




Coccolati come a casa nei Fifty House Hotel a Milano

giovedì, 27 Febbraio 2020