Ferrari Portofino, eleganza e sportività

E’ una predestinata. La Ferrari Portofino è la nuova Gran Turismo V8 che si candida a dominare il segmento di riferimento grazie e una perfetta combinazione di sportività, eleganza e comfort. Iniziamo dal nome. Portofino, come quello di uno dei borghi più belli d’Italia, noto per il suo porto e la sua eleganza discreta. Il colore rosso del lancio completa questa ispirazione.

Il motore è un concentrato di potenza

Accelerazioni da 0 a 100 km/h in soli 3,5 secondi, grazie ai suoi 600 cv, la Portofino è la più potente convertibile a offrire contemporaneamente il tetto rigido retrattile, un baule capiente e una grande abitabilità, arricchita da due posti posteriori utilizzabili per brevi percorrenze.

Il V8 turbo Ferrari è quello che ha vinto l’International Engine of the Year per due anni consecutivi e viene proposto con un incremento di potenza da 40 cv, rispetto a quello della California T. Il risultato è tutto da ascoltare, oltre che da guidare perché il suono del motore, soprattutto con vista cielo, è un inno alla gioia.

L’impianto di aspirazione dell’8 cilindri è stato migliorato dagli ingegneri, il nuovo collettore di scarico monouso riduce le perdite di carico, elemento fondamentale per ottenere una prontezza di risposta con zero turbo lag. Il Variable Boost Management eroga la coppia in funzione del rapporto della marcia innestata e permette alla Ferrari Portofino di aumentare le accelerazioni in tutte le marce, ottimizzando i consumi.

La tecnologia è di ultima generazione

Viene adottato per la prima volta su questa tipologia di Ferrari il differenziale posteriore elettronico di terza generazione (E-Diff3), integrato con il F1-Trac, che migliora sia il grip meccanico che il controllo della vettura al limite. E’ anche la prima volta dell’EPS (Eletric Power Steering), montato su una Ferrari GT, grazie al quale è stato ridotto il rapporto dello sterzo del 7 per cento, per una risposta più diretta senza il rischio di perdere nulla in stabilità.

La linea è frutto dello studio del Ferrari Design Centre e si caratterizza per la configurazione a due volumi “fast-back”, soluzione inedita per un coupé-convertibile dotato di tetto rigido retrattile, che ha il merito si slanciare ancora di più la silhouette dell’ultima Rossa. Estrema cura anche per il comfort on-board che si avvale di strumenti di infotainment di ultima generazione. Nella guida all’aria aperta il wind deflector riduce del 30 per cento il flusso d’aria all’interno dell’abitacolo, diminuendo anche la rumorosità. Il debutto della Ferrari Portofino è stato al  Salone dell’auto di Francoforte, a settembre.

www.ferrari.com

Ferrari Portofino




Pitti Uomo: in scena la 93esima edizione

, ,
giovedì, 11 gennaio 2018




FontanaArte premiata al Good Design Award 2017 

,
venerdì, 5 gennaio 2018




Capodanno glamour all’Officina di Milano tra jazz e show-cooking

,
sabato, 30 dicembre 2017




Cinecittà: l’Italia raccontata dalle immagini del cinema

,
giovedì, 28 dicembre 2017




Emanuele Bicocchi, i gioielli made in Italy che spopolano all’estero

venerdì, 22 dicembre 2017




Angelo Caroli genio e creatività Made in Italy

,
lunedì, 8 gennaio 2018




Mercedes-AMG S 63 4Matic+ e S 65 restyling e lusso da corsa

giovedì, 4 gennaio 2018




Snow Suite, dormire in una stanza di neve, come in una favola

domenica, 31 dicembre 2017




La ricetta della terra cruda di Matteo Brioni

,
mercoledì, 3 gennaio 2018