BAGLIETTO presenta ABACO, il 40M firmato SANTA MARIA MAGNOLFI

Presentato al Fort Lauderdale Boat Show

ABACO, il nuovo progetto di Baglietto firmato Santa Maria Magnolfi è stato ideato per la navigazione in acque poco profonde. ABACO è lo yacht ideale  per godere delle calde acque cristalline delle Bahamas, da cui prende anche il nome.  Un omaggio che il cantiere italiano ed i designer hanno voluto fare alla popolazione di una delle isole maggiormente colpite dal recente uragano Dorian.

Baglietto e l’iniziativa umanitaria

L’uragano Dorian è stato un potente e distruttivo uragano atlantico di categoria 5 che nel settembre del 2019 ha devastato le Bahamas nord-occidentali e causato danni terrificanti negli Stati Uniti sud-orientali e nel Canada atlantico. Baglietto  ha dedicato,  un’importante iniziativa umanitaria: infatti una percentuale dei proventi proveniente dalla vendita del primo progetto sarà,  destinato alla ricostruzione dell’isola Abaco.

Il design innovativo di Abaco

Una predilezione per gli spazi aperti per rendere perfetto il contatto con il mare, senza rinunciare a volumi interni importanti. Le linee sono innovative, ma il punto di forza è il main deck che vanta oltre 120mq di spazi esterni. A poppa,  pozzetto e beach club si uniscono in un unico ambiente a diretto contatto con il mare. Uno  spazio ideale perfetto per posizionare l’invitante  infiniy pool ed una perfetta area dedicata all’abbronzatura. Alle sue spalle, la zona conversazione si trasforma, all’occorrenza, in uno spazio pranzo  che può accogliere fino a 16 ospiti.

Gli interni armoniosi verso l’open space

A prua si scopre l’incredibile   “giardino d’inverno” occupato da zona bar e area living, che possono diventare un “open space” grazie a vetrate scorrevoli. Spazi interni ed esterni  che si possono unire e completare. Con questa logica anche il  salone principale si affaccia  a poppa e  verso le grandi finestrature laterali. Una modularità che si ripete fino ad ottenere  150mq di spazi esterni su un unico ponte. Un open space meraviglioso. A prua è collocata la suite armatoriale con zona ufficio e doppi bagni per la coppia. Quattro  ampie cabine nel ponte inferiore per la zona ospiti. A prua su questo stesso ponte la crew mess e la zona equipaggio. Per soddisfare ogni esigenza, upper deck, sundeck e zona prodiera aggiungono ulteriori 170mq di spazi aperti offrendo diverse zone che possono essere dedicate alla conversazione, al pranzo o al relax sotto il sole.

Materiali di ispirazione esotica

Per rimanere nell’ispirazione esotica, i materiali usati in questo nuovo progetto di Baglietto sono naturali: tonalità luminose per la scelta di teak, paglia, rafia, lino e legni tropicali. Il  design degli interni è segue l’ispirazione dei materiali e dei colori usati per  gli esterni, freschezza, classe ed eleganza agli ambienti.  Per concludere, lo yacht è dotato, nella zona poppiera, di un garage capace di ospitare un tender di 6m di lunghezza, mentre un garage prodiero può ospitare un rescue tender o toys. La motorizzazione configura 2 motori CAT C32 ACERT D rate capaci di portare l’imbarcazione ad una velocità massima di 17,5 nodi e ad una velocità di crociera di 12 nodi, ma si prevede anche una soluzione con motorizzazione ibrida.




Arriva dalle Marche la camiceria su misura per l'uomo esigente

lunedì, 13 Luglio 2020




Baccarat ha presentato a Miami "Crystal Clear" di Virgil Abloh

,
venerdì, 6 Dicembre 2019




Lo chef Stella Michelin Tano Simonato riapre a Milano

,
lunedì, 15 Giugno 2020




Max Papeschi a Roma con l'evento multimediale HIC SUNT LEONES

,
mercoledì, 15 Luglio 2020




Il Mercato del Luxury Retailer per Avel Lenttan

,
mercoledì, 10 Giugno 2020










Excelsior Palace Hotel a Rapallo, l'estate nel Golfo del Tigullio

,
giovedì, 16 Luglio 2020