Aventador Superveloce, l’essenza sportiva di Lamborghini

Il sogno e la realtà, un’auto sognata e desiderata,  non semplice da possedere. L’incarnazione dello spirito più sportivo Lamborghini è l’Aventador LP 750-4 Superveloce. Più potenza, migliore aerodinamicità e minor peso, in estrema sintesi si tratta di una supercar in grado di sprigionare 750 Cv grazie alla potenza del V12 aspirato. Un bolide che unisce qualità dinamiche superiori e una precisione di guida eccezionale.

E’ la Lamborghini di serie più sportiva di sempre. Il peso è stato ulteriormente ridotto di 50 chilogrammi con l’utilizzo di soluzioni ingegneristiche che fanno un uso più esteso della fibra di carbonio. La Superveloce raggiunge i 100 chilometri orari in 2.8 secondi e può raggiungere la velocità massima di 350 Km/h. La naturale evoluzione della Aventador, presentata nel 2011, è sicuramente più veloce ma non perde quella cura artigianale nel dettaglio che è ormai una costante del marchio.

La guidabilità è stata resa perfetta con l’utilizzo di sospensioni push-rod e ammortizzatori Magneto-Reologici in grado di rispondere all’istante alle condizioni dell’asfalto e allo stile di guida: il rollio è decisamente ridotto rendendo il comportamento della vettura più reattivo. I cerchi in nero opaco, 20’’ davanti e 21’’ al posteriore, adottano il sistema di fissaggio monodado, soluzione mutuata dal mondo delle corse, mentre gli pneumatici Pirelli P Zero Corsa assicurano la massima aderenza. I freni carbo-ceramici sono di serie.

Un concentrato di potenza pura. Il motore aspirato V12 ha un suono inconfondibile, una musica se si è a bordo della Superveloce udibile a 8.400 giri al minuto. La coppia massima è ora di 690 Nm a 5.500 giri/min, mentre il limitatore è stato spostato verso l’alto, a 8.500 giri. Nei centri abitati la rumorosità del 12 cilindri è discreta, ma pronta a sprigionarsi come uno strillo acuto con l’aumentare delle marce. Il cambio robotizzato con trasmissione ISR Lamborghini è il più veloce al mondo, facile immaginare come le cambiate ora siano più emozionanti che mai.

L’aerodinamica è stata migliorata del 150 per cento in termini di efficienza, se guardiamo il carico il guadagno tocca il 170 per cento rispetto all’Aventador standard. Ogni singola linea ha una sua funzione precisa, creando un design aggressivo, un senso di superiorità tecnica al primo sguardo. Il posteriore deriva dal mondo delle corse, può essere regolato manualmente su tre posizioni per adattarsi in maniera ottimale allo stile di guida del conducente. La grande struttura a nido d’ape al posteriore assicura l’evacuazione del calore dal motore.

Gli interni in Carbon Skin sono morbidi al tatto ma estremamente resistenti all’usura. I gusci dei sedili in fibra di carbonio mettono in risalto il rivestimento in alcantara. Sul cruscotto spicca il nuovo schermo con tecnologia TFT, con indicatore G-Force di derivazione racing. Il colore di lancio è il Rosso Bia, ma le possibilità di personalizzazione sono infinite. Il prezzo? Poco meno di 330mila euro. Beh, proponetela per ricevere un regalo sicuramente gradito…

www.lamborghini.com




Arriva dalle Marche la camiceria su misura per l'uomo esigente

lunedì, 13 Luglio 2020




Baccarat ha presentato a Miami "Crystal Clear" di Virgil Abloh

,
venerdì, 6 Dicembre 2019




Lo chef Stella Michelin Tano Simonato riapre a Milano

,
lunedì, 15 Giugno 2020




Max Papeschi a Roma con l'evento multimediale HIC SUNT LEONES

,
mercoledì, 15 Luglio 2020




Il Mercato del Luxury Retailer per Avel Lenttan

,
mercoledì, 10 Giugno 2020










Excelsior Palace Hotel a Rapallo, l'estate nel Golfo del Tigullio

,
giovedì, 16 Luglio 2020