,

Milan Fashion Week

È quasi giunta al termine la settimana della moda milanese che un défilé dopo l’altro ha celebrato l’eleganza femminile lanciata verso il futuro della prossima estate 2017. Ecco una carrella di eventi, supermodelle e look memorabili che già impazzano nella blogosfera. 

Active glamour alla massima espressione, irrompe alla sfilata di Versace, che più che una passerella è uno “starlight carpet” di supermodelle, dove incedono tra le altre, Adriana Lima o Caroline Trentini. Carmen Kass, Mariacarla Boscono, persino Naomi Campbell per chiudere con l’acclamata Gigi Hadid. Tutta la collezione  è un inno allo sportswear de luce: giubbini di pelle futuribili, spolverini paracadute, tute da atlete eroiche compongono un repertorio ad alto impatto. Così Donatella Versace porta in passerella sirene sportive, inguainate in audaci coulisse, color block ipergrafici e maglie metalliche ultraleggere.  

Charmani è il nuovo slogan, crasi di charme e Armani, che etichetta l’eleganza 3.0 griffata Giorgio Armani, con una sfilata dalla trasparenze velate, tra stampe floreali che si dissolvono in cascate di frange, morbidi pantaloni velati, mini pareo che lasciano scoperte le gambe. E per il repertorio sera, è un moltiplicarsi di ricami, micro paillettes e cristalli preziosi. 

Nomadi contemporanee alla ricerca di un’avventura: così Veronica Etro immagina le donne per la prossima estate 2017. Sono muse che sembrano emergere dalla dune del deserto, indossando preziosi abiti ricamati, vesti di seta, iconiche stampe paisley e motivi etnici declinati in toni sgargianti.  Key piece della prossima estate di Etro, il caftano è rinnovato nelle forme, lunghe o corte, e viene sfoggiato anche sotto spolverini cerati o giacche di broccato o poncho hippie. 

Tra Dynasty e Dallas, la nuova collezione di Elisabetta Franchi che rievoca l’atmosfera dorata dell’America anni ottanta, Opulenza e abiti sfarzosi in pieno mood ‘Dress to impress celebrano la sexyness con spacchi, scollature, asimmetrie e trasparenze per un seducente effetto nudo. Anche i pantaloni con fondi esagerati, a zampa e a palazzo, svelano le gambe attraverso spacchi iper femminili. A completare gli accessori, indispensabilielementi di scena, come tacchi vertiginosi e cinture corazza con catene oro e maxi strass.

Mentre Giambattista Valli con la nuova collezione della sua label Giamba immagina un’Alice contemporanea, multiculturale e sbarazzina che tra ricami, abitini lingerie e top con balze non fa differenza tra giorno e sera. Il risultato è un patchwork culturale, e ben riuscito, che mixa glamour milanese e coolness californiano. 

E per finire con un altro successo, standing ovation per la sfilata di Marco De Vincenzo, stella ormai affermata della moda italiana e protegé anche della Camera della Moda che ha presentato anche i primi look da uomo e occhiali (in collaborazione con De Rigo) 

 

 







Il ritorno al colore interpretato da Emotional View

,
mercoledì, 13 Dicembre 2023




Drumhor consolida l’amicizia con lo Chef Davide Oldani

,
venerdì, 16 Dicembre 2022







Ivan Barbato, la vita è un gioiello

,
sabato, 14 Ottobre 2023