,

AltaRoma, una Venere meta’ angelo e meta’ demone

AltaRoma, la Fashion Week di Roma, si conclude con la sfilata di Roberta Cenci, Sofia Borisofa-Romantika e di Bym Generation della sezione In Town, quella dedicata alle giovani promesse che colgono l’occasione per promuoversi e instaurare contati utili al proprio business.

Un’edizione 2017 iniziata con la donna-falena di Greta Boldini che omaggia Franca Sozzani, la signora della moda scomparsa lo scorso dicembre, e proseguita con l’angelo metà demone di Gattinoni e con la Venere botticelliana di Renato Balestra.

Gattinoni porta in scena una donna un po’ angelo e un po’ demone che ritorna misteriosamente all’adolescenza. Non ha né limiti né timori. Il sogno è la sua arma vitale: lei sogna per vivere. I capi hanno linee severe, ampie e morbide che sono in contrasto tra loro. Trecce, croci e triangoli prendono forma nei ricami e nelle lavorazioni. Per la prossima primavera, Guillermo Mariotto si ispira all’arte: come in un dipinto di Pablo Picasso, i volti si deformano, si trasformano e si scompongono grazie a velette ricamate a filo; invece, come un’opera di Pierre Auguste Renoir, su maxi-shirt indossate come minidress volano coloratissime farfalle e libellule. Tra i segni distintivi, caftani di charmeuse dipinti a mano; vestaglie da camera in azzurro polvere, illuminate da cristalli e madreperle, giochi di applicazioni, dettagli e plissé; colli giganti che accarezzano il volto; e tulle che sembra una nuvola. Una collezione che omaggia la popstar Beyoncè, con un piccolo chiodo in piume di gallo, struzzo e pernice, e che ha come musa una giovanissima e aspirante top model: lei si chiama Zoe Sinopoli, ha 14 anni ed è la nipote del celebre compositore Giuseppe Sinopoli. E’ delicata come un fiore ma molto determinata. E’ di una bellezza speciale: conquisterà anche le passerelle della prossima Fashion Week di New York.

Anche Renato Balestra si ispira all’arte, facendo propria la Primavera di Botticelli: la sua Venere è romantica e al tempo stesso sensuale, ha petali colorati cosparsi nei capelli e indossa vestiti che possono diventare fiori carnosi attraverso le rouches di micro plissé. La capsule firmata Renato Balestra è leggiadra, semplice ma sartorialmente perfetta. I colori sono quelli dei fiori, dal rosso delle rose al glicine delle campanule. Non mancano tulle, chiffon e taffetà ad ornare le giacche e gli abiti da cocktail da gran sera.

 







Baccarat ha presentato a Miami "Crystal Clear" di Virgil Abloh

,
venerdì, 6 Dicembre 2019




La selezione di MFM per il World Coctkail Day 2020

mercoledì, 13 Maggio 2020







Come affrontare il periodo di crisi nel mercato del Fashion Luxury

lunedì, 30 Marzo 2020







BAGLIETTO presenta ABACO, il 40M firmato SANTA MARIA MAGNOLFI

lunedì, 4 Novembre 2019




Coccolati come a casa nei Fifty House Hotel a Milano

giovedì, 27 Febbraio 2020




I profumi emozionali dell'artista Meo Fusciuni

,
mercoledì, 5 Febbraio 2020