Al Forte di Bard le foto più sensazionali del nostro tempo

Il Forte di Bard, in Valle D’Aosta, ospita la 60esima edizione del World Press Photo, il più importante riconoscimento internazionale di fotogiornalismo. Fino al 7 gennaio 2018, in mostra ci sono oltre 140 immagini e 12 video dei più importanti fotoreporter. Questi, per un anno, hanno documentato e illustrato gli avvenimenti più salienti del nostro tempo.

Fra i vincitori, quattro sono italiani

Gli oltre 140 scatti sono stati scelti dalla giuria del World Press Photo fra gli 80.408 pubblicati sui giornali. Sono stati proposti da 5.034 fotografi provenienti da 126 paesi. I premiati però sono 45 fotografi di 25 diverse nazionalità. Gli italiani sono quattro. Giovanni Capriotti si aggiudica il primo premio nella categoria Sport, Antonio Gibotta il secondo in Ritratti, Alessio Romenzi il terzo in Notizie Generali e Francesco Comello anche lui il terzo ma in Vita Privata.

In mostra anche la Foto dell’Anno 2016…

In mostra al Forte di Bard c’è anche la Foto dell’Anno 2016 An Assassination in Turkey (Omicidio in Turchia) del turco Burhan Ozbilici. Membro dell’Associated Press, realizza questo scatto il 19 dicembre. Durante un’inaugurazione nella Galleria d’Arte di Ankara immortala l’attentatore Mevlüt Mert Altıntaş dopo aver assassinato l’ambasciatore russo Andrey Karlov. L’immagine vince anche il primo premio in Spot News. “È stata una decisione molto difficile. Ma alla fine abbiamo intuito che la foto dell’anno doveva essere un’immagine esplosiva che rappresentasse il disprezzo e l’odio dei nostri tempi. È talmente dirompente che ogni volta che compariva sullo schermo bisognava allontanarsi. Proprio per questo abbiamo capito che incarnava alla perfezione ciò che è il World Press Photo e cosa significa” spiega il membro della giuria Mary F. Calvert.

I 12 video del Digital Storytelling Contest 2017

L’esposizione presenta anche i 12 video vincitori del 2017 Digital Storytelling Contest. E’ il premio assegnato alle migliori forme di giornalismo visivo grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie digitali e alla diffusione di Internet. Sono state presentate in totale 282 produzioni: 135 per la categoria Short Form, 54 per Long Form, 62 per Immersive Storytelling e 31 per Innovative Storytelling.

La rassegna al Forte di Bard è unica perché permette di scorrere gli scatti più sensazionali che raccontano, denunciano, enfatizzano e racchiudono la nostra storia, quella di oggi.

www.fortedibard.it

Brent Stirton_Getty Images Reportage_National




Lunaria Cashmere l'eccellenza del filato che parte da Perugia

,
venerdì, 14 giugno 2019










Lisbona: Kool & the Gang: 50 anni di funk, e non sentirli

,
mercoledì, 3 luglio 2019




Ganci: a Milano l'arte di creare capolavori in argento

giovedì, 23 maggio 2019




Diletta Leotta è la global brand Ambassador di YOUTH Milano

venerdì, 22 febbraio 2019




Vi piace sognare? Sognate il nuovo Baglietto di 55mt.

,
giovedì, 28 marzo 2019




Alpina Dolomites Lodge, relax tutto l'anno

domenica, 17 febbraio 2019