Max Mara, Renzo Piano & Whitney Bag

In occasione dell’inaugurazione del nuovo Whitney Museum of American Art nel Meatpacking District a New York, il Gruppo Max Mara, sponsor dell’opening party del museo, del 22 aprile, svela la nuova straordinaria collaborazione con l’architetto Renzo Piano per la realizzazione di una borsa frutto della creatività Italiana, realizzata a quattro mani tra Max Mara e il Renzo Piano Building Workshop: la Whitney Bag.

Un omaggio alla creatività e ingegnosità italiana, festeggiato dall’inedito connubio tra il Renzo Piano Building Workshop e una tra le più importanti realtà dell’Italian Style conosciuta – e riconosciuta – a livello globale per tradizione sartoriale, lusso dei materiali, sperimentazione e modernità. “Estetica” e “tecnica”, ecco i concetti fondanti di questa borsa che si ispira per purezza di disegno e ricerca dei materiali direttamente alla facciata e alle proporzioni del muse che – costituito da un piano terra completamente trasparente aperto verso la città e da una massa che vola costituita da pannelli in acciaio che lo avvolgono come dei nastri- è già considerata tra le novità architettoniche più rilevanti della New York del futuro. 

Realizzata in pregiata pelle morbida la Whitney Bag – proprio in continuità con la struttura architettonica – si contraddistingue per un’elegante superficie caratterizzata da nervature preformate a caldo che si assottigliano fino a diventare puro tratto. Veri e propri “tagli grafici” che richiamano direttamente l’aspetto modulare della facciata del nuovo Whitney Museum. L’interno della borsa di colore rosso è un’ulteriore dettaglio che il Renzo Piano Building Workshop ha voluto come elemento distintivo. La Whitney Bag sarà disponibile in tre misure (original, medium, small) nei colori nero, bordeaux e cuoio, tinte dall’eleganza assoluta, tipiche della pelletteria haute de gamme.

Novità nella novità, verrà realizzata un’ esclusiva versione “collector” in edizione numerata e limitata di 250 pezzi – con timbro a fuoco interno personalizzato – in color grigio-azzurro chiaro che richiama la tonalità metallica della facciata del museo.










Drumhor consolida l’amicizia con lo Chef Davide Oldani

,
venerdì, 16 Dicembre 2022







Il fascino senza tempo di un floating Hotel

,
venerdì, 19 Maggio 2023










Laura Fontanot, tra le donne più influenti secondo Forbes

,
venerdì, 15 Luglio 2022