,

Leonardo e l’acqua, la mostra all’Acquario civico di Milano

La sede non è certo casuale: l’Acquario civico di Milano è l’unico edificio rimasto alla città come eredità di Expo Milano 1906. Oggi c’è Expo 2015 e la palazzina a due piani in stile liberty viennese ospita la mostra “Leonardo e l’acqua. Tra scienza e pratica a Milano”, dal 23 maggio al 6 settembre 2015. Un viaggio interamente dedicato agli studi del genio leonardesco sull’acqua, promosso dal Comune di Milano e Silvana Editoriale, a cura di Claudio Calì e Rita Capurro. La mostra fa parte di Expo in città, il palinsesto di iniziative che scandisce la vita culturale milanese durante l’Esposizione.

Il trait d’union è l’acqua, l’elemento più prezioso, al centro di studi e riflessioni di Leonardo da Vinci. Il visitatore sarà accompagnato in un racconto alla scoperta dell’opera del maestro seguendo tre sezioni. Un approfondimento specifico è dedicato al periodo milanese di Leonardo, ai suoi studi sui navigli e all’influenza dei suoi progetti per implementare la navigazione fluviale sul territorio. La prima sezione della mostra, quindi, si concentra sugli approfondimenti di Leonardo sul territorio lombardo. Un focus particolare sul progetto di Leonardo per rendere navigabile l’Adda nel tratto di fiume tra Brivio e Trezzo, invece, introduce alla seconda sezione della mostra. Il raccordo narrativo è dato a una proiezione che dinamicamente rappresenta l’evolversi delle vie d’acqua nei diversi anni.

Ad impreziosire la rassegna ci sono dei modelli storici del Museo della Scienza e Tecnologia e di alcune copie di fogli del Codice Atlantico provenienti dall’Ente Raccolta Vinciana. Altro pezzo pregiato è il dipinto di Cherubino Cornienti, prestato dalla Galleria d’Arte Moderna di Milano che raffigura Leonardo “inventore dei Navigli”. Nel piano interrato, si può ammirare una riproduzione del Codice Leicester, il manoscritto leonardesco dedicato quasi integralmente all’acqua. Chiude il viaggio l’area delle vasche dove sono esposti, tra l’altro, due spettacolari esemplari di pesci fossili provenienti da Bolca (vicino Verona) dove circa 50 milioni di anni fa esisteva una laguna tropicale. Leonardo fu tra i primi scienziati a intuire che questi resti fossero di antichi organismi acquatici.

Leonardo e l’acqua

Tra scienza e pratica a Milano

23 maggio – 6 settembre 2015

Acquario Civico di Milano

www.acquariocivicomilano.eu

 

 










Drumhor consolida l’amicizia con lo Chef Davide Oldani

,
venerdì, 16 Dicembre 2022




La coppia Fedez + J-AX colpisce al cuore di Milano con "Love-Mi"

martedì, 28 Giugno 2022




Dallara, il nuovo trust per stringere famiglia e territorio

,
giovedì, 20 Gennaio 2022




La Dott.ssa Alessandra Pessotto è l'esperta della pelle per Recare

venerdì, 11 Febbraio 2022







Laura Fontanot, tra le donne più influenti secondo Forbes

,
venerdì, 15 Luglio 2022