Il Cibo nell’Arte, oltre 100 capolavori in mostra a Brescia

Raccontare il legame che, da sempre, lega il cibo alle arti figurative. Scoprire cosa mette in relazione la tradizione enogastronomica con la cultura artistica italiana attraverso i capolavori della storia della pittura. Dal 24 gennaio al 14 giugno 2015, Palazzo Martinengo di Brescia ospiterà la mostra “Il cibo nell’arte. Capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Warhol”, che presenterà oltre 100 opere di maestri dell’arte antica quali Campi, Baschenis, Ceruti, Figino, Recco, Ruoppolo, Stanchi, che dialogheranno con autori moderni e contemporanei come Magritte e de Chirico, passando per Manzoni e Fontana, fino a Andy Warhol. Il richiamo è a Expo 2015Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. La mostra bresciana intende, infatti, sottolineare il forte interesse dell’arte verso il cibo, passando per tutti i periodi storici e affiancandosi, almeno idealmente, a quello che sarà lo spirito più universale di Expo. La rassegna, promossa dall’associazione Amici di Palazzo Martinengo, con il patrocinio della Provincia di Brescia, Regione Lombardia e Expo 2015, è curata da Davide Dotti. Il viaggio che attende lo spettatore sarà indimenticabile e attraverserà le diverse correnti pittoriche che si sono succedute nel corso della storia: dal Barocco al Rococò, dal Romanticismo ottocentesco alle avanguardie del Novecento. Estro e originalità perché ogni artista ha il suo stile personale e racconta il suo rapporto col cibo nell’unicità tipica di ogni opera d’arte. Il percorso espositivo, ordinato secondo un criterio iconografico e cronologico, mostrerà come i pittori attivi tra il XVII e il XIX secolo amassero dipingere i cibi e i piatti tipici delle loro terre d’origine, e farà scoprire pietanze e alimenti oggi completamente scomparsi di cui è difficile immaginare anche solo il sapore. L’arte sposerà il sapere perché grazie alla collaborazione con alcuni dei più rinomati dipartimenti di Scienze alimentari delle università italiane, si potranno apprendere preziose informazioni sull’alimentazione e i gusti dell’epoca. Dieci le sezioni tematiche a formare un sentiero del gusto che si fermerà a far assaggiare, seppur solo visivamente, tutti gli alimenti, dalla frutta alla carne, passando per i formaggi, dolci e vino. Tra i capolavori in mostra non passeranno inosservati i Mangiatori di ricotta, di Vincenzo Campi, il Piatto di pesche, di Ambrogio Figino (considerata la prima natura morta della storia dell’Arte italiana, dipinta circa un lustro prima della Canestra del Caravaggio), il Tavolo con le angurie del divisionista Emilio Longoni e l’Ultima Cena di Andy Warhol, la famosa reinterpretazione in chiave pop dell’opera di Leonardo.

Il Cibo nell’Arte

Capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Warhol

Brescia, Palazzo Martinengo (via dei Musei 30)

24 gennaio – 14 giugno 2015

Orari:

da mercoledì a venerdì: dalle 9.00 alle 18.00;

sabato, domenica e festivi: dalle 10.00 alle 20.00

lunedì e martedì chiuso

Biglietto audioguida inclusa: € 10 intero; € 8 ridotto

Biglietto ridotto scuole:         € 5     

www.mostraciboarte.it

 










Drumhor consolida l’amicizia con lo Chef Davide Oldani

,
venerdì, 16 Dicembre 2022




La coppia Fedez + J-AX colpisce al cuore di Milano con "Love-Mi"

martedì, 28 Giugno 2022




Dallara, il nuovo trust per stringere famiglia e territorio

,
giovedì, 20 Gennaio 2022




La Dott.ssa Alessandra Pessotto è l'esperta della pelle per Recare

venerdì, 11 Febbraio 2022







Laura Fontanot, tra le donne più influenti secondo Forbes

,
venerdì, 15 Luglio 2022