,

Giugno 2017 White Man & Woman

L’edizione di giugno 2017 di White Man & Woman giunge al termine. E’ andata in scena dal 17 al 19 giugno nei minimali spazi del Superstudio Più, nell’epicentro del Tortona Fashion District, il quartiere meneghino più cool. Per questa edizione, White si evolve presentando un mix di collezioni maschili e femminili, che rispetta un concetto rilanciato in passerella qualche stagione fa da importanti player del settore e diventato un trend ripreso dalle più importanti maison mondiali.

White Man & Woman è il primo a credere fortemente in questa efficace e pionieristica formula e, al momento, è l’unico salone al mondo in grado di presentare un’accurata selezione di preview Donna nei giorni dedicati all’Uomo.

Hand Made & Made in Italy

White Man & Woman si conferma piattaforma multimediale per le sfilate e i brand in esposizione. L’estero mantiene le presenze, mentre l’Italia registra una diminuzione del 12%, rispetto a giugno 2016. Nonostante questo calo fisiologico, causato dal sistema moda, White dimostra ancora una volta di essere capace di attrarre marchi di ricerca ed etichette innovative, soprattutto Made in Italy.

I testimoni sono i 15 brand selezionati per It’s Time To Contemporary Artisan che valorizza l’Hand Made 3.0. Giorgio Corvaglia è tra i nomi più interessanti. E’ un artista eclettico che debutta sulla scena Menswear con la Primavera-Estate 2018. Il suo stile, dai connotati mediterranei, racconta di un uomo creativo, poliedrico e ricco di dettagli barocchi che ricordano la terra del designer, il Salento.

Le linee asimmetriche delle giacche, dei pantaloni oversize, delle salopette e dei kurta sposano i tessuti fermi in cotone stampato. L’uomo Corvaglia indossa lunghe camicie della tradizione afgana e pakistana su freschi sarouel a fantasia oppure in tinta unita.

Oltre alle etichette più giovani e creative, la kermesse richiama anche marchi con una lunga storia alle spalle come Casadei. Per la tre giorni, questo brand mostra una capsule collection di scarpe ispirata agli anni ’80 e pensata per la donna di oggi: rispettosa delle tradizioni, ma istintivamente proiettata verso la ricerca di nuovi codici estetici.

Tra le proposte, mule e sabot. Il salone punta anche su nomi da passerella e organizza per questa stagione, in partnership con la Camera della moda italiana, la sfilata di Poan e quella di Wood Wood. Wood Wood è una label di moda e lifestyle con sede a Copenhagen e creata nel 2002 da Karl-Oskar Olsen e Brian SS Jensen. La loro collezione si ispira alla spensieratezza degli abitanti di Capri, al cibo, al vino, alle cene notturne e alla sensazione di mondanità.

Italian Style

Lo stile italiano e i colori accesi sono evidenti in questa capsule che mixa streetwear con dettagli contemporary e uno stile performante.

Poan (acronimo di People of all Nations), invece, fa sfilare The Phenomenon of Man: i capi che la costituiscono nascono dai pensieri di un visionario e vitalista, che esamina radici storiche, futuro e tecnologia. I materiali non sono lavorati e si sovrappongono a componenti elettriche e a motivi stampati dai colori terrei. I look di Poan hanno silhouette genderless e oversize, stampe a contrasto e dettagli futuristici.

Uno spazio in via Tortona è riservato a un capo irrinunciabile, la camicia. Nell’ambito del progetto La tradizione, Il Valore, Il Bello, Albini group infatti porta in scena il percorso narrativo White Essentials, Stile e Materia nella Camicia Bianca. In mostra, quindi, camicie rigorosamente bianche realizzate con i tessuti di Albini appositamente per la kermesse.

White Man & Woman è patrocinato dal Comune di Milano e partner della prima associazione italiana che rappresenta 65mila aziende del comparto moda (Confartigianato Imprese).

http://www.whiteshow.it

WHITE Man & Woman




Lunaria Cashmere l'eccellenza del filato che parte da Perugia

,
venerdì, 14 giugno 2019













Ganci: a Milano l'arte di creare capolavori in argento

giovedì, 23 maggio 2019




Diletta Leotta è la global brand Ambassador di YOUTH Milano

venerdì, 22 febbraio 2019




Vi piace sognare? Sognate il nuovo Baglietto di 55mt.

,
giovedì, 28 marzo 2019







Lisbona: Kool & the Gang: 50 anni di funk, e non sentirli

,
mercoledì, 3 luglio 2019